Come prepararsi

 

Per approfittare appieno del pellegrinaggio e non tornare a casa solo con qualche emozione che svanisce in fretta, è importante disporsi in modo adeguato e cogliere le opportunità che vengono offerte per prepararsi al meglio.

Solitamente organizziamo incontri formativi pre partenza per aiutare a collocarsi e presentare il profilo dell’esperienza. È un momento utile per vari aspetti che consigliamo di non mancare!

 

Il decalogo

del pellegrino

  • <p>1</p>Entra nel deserto e lì «parlerò al tuo cuore»

    1

    Entra nel deserto e lì «parlerò al tuo cuore»
  • <p>1</p>Entra nel deserto e lì «parlerò al tuo cuore»

    1

    Entra nel deserto e lì «parlerò al tuo cuore»
    Il deserto - inteso qui nel suo duplice senso, geografico e figurato - è un luogo di essenzialità, di separazione e di prova. Lì s’incontra il Signore così come si è, nella propria verità, senza maschere. È importante quindi disporsi a vivere questo tempo lasciandosi attirare dal Signore: Lui solo è il primo! Noi e le nostre cose veniamo dopo: perciò il distacco dalle occupazioni quotidiane e dalle persone con cui si è in contatto abitualmente, è una scelta fondamentale da abbracciare. Per questo consigliamo di moderare l’uso dei cellulari durante il giorno, tranne che in casi di emergenza e reale necessità.
    Read More
  • <p>2</p>Ascolta «la voce sottile del silenzio»

    2

    Ascolta «la voce sottile del silenzio»
  • <p>2</p>Ascolta «la voce sottile del silenzio»

    2

    Ascolta «la voce sottile del silenzio»
    Il Signore parla nel silenzio. Custodire il silenzio esteriore è il presupposto necessario al silenzio interiore. La contemplazione della Terra, l’ascolto della Parola e la preghiera personale richiedono una disposizione docile al silenzio. Ogni giorno sono previsti dei tempi di solitudine. Questi momenti sono Suoi e tuoi. Approfittane! Ci saranno altri tempi per la condivisione, gli acquisti e le visite individuali, non temere…
    Read More
  • <p>3</p>Lasciati guidare e così «ti solleverò su ali d’aquila»

    3

    Lasciati guidare e così «ti solleverò su ali d’aquila»
  • <p>3</p>Lasciati guidare e così «ti solleverò su ali d’aquila»

    3

    Lasciati guidare e così «ti solleverò su ali d’aquila»
    L’incontro con il Signore richiede di «de-centrarsi» e di uscire dai propri schemi per lasciarsi orientare e condurre dalla Parola. Il pellegrinaggio è un cammino geografico, biblico e spirituale insieme: il programma è accuratamente pensato per accompagnarti in questo! L’invito è a fidarsi degli organizzatori (che considerano molti fattori, non sempre comunicabili o evidenti), a non voler tutto pianificare e sapere anzitempo ma, piuttosto, a lasciarsi portare e provocare da ciò che si ascolta, dai luoghi che si visitano, dalle persone che si incontrano. Il suggerimento è di disporsi a contemplare e a ricevere, più che a voler tutto capire e analizzare.
    Read More
  • <p>4</p>Non fissare «lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili»

    4

    Non fissare «lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili»
  • <p>4</p>Non fissare «lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili»

    4

    Non fissare «lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili»
    Ricuperare la bellezza dell’essere prima e senza l’avere è un passaggio non semplice ma importante da compiere. Solo così gli occhi non si impoveriscono «lanciandosi sulle cose», non rinunciano a contemplarle e goderle in se stesse, prima di oggettivarle per mettersele in tasca e portarsele via. Recupera lo sguardo non filtrato dallo smartphone e aspetta di capire almeno dove sei prima di farti prendere dalla smania di scattare foto!
    Read More
  • <p>5</p>Non andare a caccia di souvenir!«Non accumulare tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano ma in cielo»

    5

    Non andare a caccia di souvenir!«Non accumulare tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano ma in cielo»
  • <p>5</p>Non andare a caccia di souvenir!«Non accumulare tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano ma in cielo»

    5

    Non andare a caccia di souvenir!«Non accumulare tesori sulla terra, dove tignola e ruggine consumano ma in cielo»
    Invitiamo a vigilare sulla preoccupazione di acquistare oggettistica e souvenir per sé o per altri in ogni luogo di visita. Sono previsti tempi dedicati a questo e chi guida consiglierà dove è più conveniente comprare. Pertanto, fuori dai momenti stabiliti, esortiamo a non indulgere nel consumismo, a rimanere in gruppo e a non disperdersi. Ricordati che il centro non è quello…
    Read More
  • <p>6</p>Rispetta gli orari, «per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo»

    6

    Rispetta gli orari, «per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo»
  • <p>6</p>Rispetta gli orari, «per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo»

    6

    Rispetta gli orari, «per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo»
    La buona riuscita del pellegrinaggio dipende molto dall’organizzazione e dal rispetto dei tempi. La puntualità e la disciplina sono importanti per evitare di appesantire lo scorrere della vita del gruppo e non provocare disguidi. Rispetta gli orari: è a vantaggio tuo e di tutti!
    Read More
  • <p>7</p>Non curarti di dove dormirai e prendi «i pasti con letizia e semplicità di cuore»

    7

    Non curarti di dove dormirai e prendi «i pasti con letizia e semplicità di cuore»
  • <p>7</p>Non curarti di dove dormirai e prendi «i pasti con letizia e semplicità di cuore»

    7

    Non curarti di dove dormirai e prendi «i pasti con letizia e semplicità di cuore»
    Il pellegrinaggio richiede una certa flessibilità, collaborazione e spirito di adattamento. Gli alloggi, scelti per avere contatto con più ambienti e stili, sono semplici ed essenziali. A volte si dormirà all’aperto, sotto la tenda, per sperimentare l’esperienza dei nostri padri. Ogni giorno ci prepareremo il cibo aiutandoci gli uni con gli altri. Vedrai, ci sarà da divertirsi!
    Read More
  • <p>8</p>Ricorda che «una mente retta ricerca il sapere, la bocca degli stolti si pasce di stoltezza»

    8

    Ricorda che «una mente retta ricerca il sapere, la bocca degli stolti si pasce di stoltezza»
  • <p>8</p>Ricorda che «una mente retta ricerca il sapere, la bocca degli stolti si pasce di stoltezza»

    8

    Ricorda che «una mente retta ricerca il sapere, la bocca degli stolti si pasce di stoltezza»
    Prepararsi al pellegrinaggio, anche attraverso letture di approfondimento culturale, è importante. Ti accorgerai quanto è utile conoscere la storia per cogliere appieno le tante informazioni che ascolterai. Non sottovalutare questo aspetto: il lavoro di tipo culturale è complementare a quello spirituale. Se per motivi di studio o di lavoro non sarà possibile dedicarti a leggere prima di partire, non spaventarti! Potrai recuperare al ritorno e per questo consigliamo una bibliografia suddivisa in sezioni.
    Read More
  • <p>9</p>«In ogni circostanza benedici il Signore e domanda che ti sia guida nelle tue vie e che i tuoi sentieri e i tuoi desideri giungano a buon fine»

    9

    «In ogni circostanza benedici il Signore e domanda che ti sia guida nelle tue vie e che i tuoi sentieri e i tuoi desideri giungano a buon fine»
  • <p>9</p>«In ogni circostanza benedici il Signore e domanda che ti sia guida nelle tue vie e che i tuoi sentieri e i tuoi desideri giungano a buon fine»

    9

    «In ogni circostanza benedici il Signore e domanda che ti sia guida nelle tue vie e che i tuoi sentieri e i tuoi desideri giungano a buon fine»
    Il pellegrino è il primo responsabile del proprio cammino interiore. Occorre che ciascuno cerchi di rapportarsi personalmente con l’unico maestro e pastore che è il Signore Gesù, piuttosto che dipendere da chi guida il pellegrinaggio. Ognuno sia attivo e vigilante, capace di sfruttare al meglio anche i momenti di attesa, di pausa e i trasferimenti in pullman…
    Read More
  • <p>10</p>«Benedetto sarai al tuo entrare e benedetto al tuo uscire»

    10

    «Benedetto sarai al tuo entrare e benedetto al tuo uscire»
  • <p>10</p>«Benedetto sarai al tuo entrare e benedetto al tuo uscire»

    10

    «Benedetto sarai al tuo entrare e benedetto al tuo uscire»
    Visitare la Terra del Signore è un privilegio che non tutti hanno la possibilità di sperimentare. Se si comprende quale grande dono di grazia si riceve attraverso il pellegrinaggio, tutto apparirà lieve, bello e utile.
    Read More